Rock e solidarietà: cose per anime calde

Rock e solidarietà è un abbinamento virtuoso, nato per il mondo col “Concert for Bangladesh” nel 1971.  Da George Harrison a Michael Jackson, Bob Gelhof, Bono – pure Pavarotti si fece part-time rocker per beneficenza: non si contano le esperienze dove musicisti hanno convertito la loro notorietà in denaro per chi ne avesse bisogno.

E ci dovrà pur essere un motivo, perché quelle iniziative interessino così tanto i musicisti rock. La prima risposta sembra: “è materia popolare, interessa tanta gente”. Sì, ma. Ma anche lo sport del calcio lo è. Quindi: fuochino.

Il fatto è che i rocker hanno l’anima calda e percepiscono intensamente il senso della vita e non fingono che disagio e dolore non esistano. Quindi vanno. Se chiamati, vanno. Vanno gli artisti e vanno gli appassionati, perfettamente coscienti che una parte del prezzo del biglietto pagato sarà donato a chi soffre. Ecco cos’è il rock, essenzialmente: partecipazione ed etica. I suoi generi – duro, metallico, romantico, blues – sono solo varianti di gusto. L’anima è popolare; per fortuna.

A Mestre è nata una associazione culturale col programma di organizzare eventi “rock based” dove gli utili vengano sempre donati ad enti di ricerca ed associazioni che si rivolgano alle malattie gravi o invalidanti. Proporrà eventi con gruppi famosi ed altri di carattere più locale, perché si vuole che la collaborazione a fine benefico smetta di essere fatto eccezionale e diventi una forma abituale di fruizione degli eventi artistici.

Rock Against Disesases si presenta subito come pragmatica ed efficace, organizzando per il 12 novembre, presso il Teatro Aurora di Marghera, un evento che vedrà cinque rock bands alternarsi sul palco per raccogliere fondi che saranno donati alla Associazione Italiana Sclerosi Multipla Onlus.

Le star della serata saranno gli L.A. Guns,  capitanati da Tracii Guns, co-fondatore dei Guns and Roses e Phil Lewis: dieci milioni di dischi venduti nel mondo. Prima di loro, a partire dalle ore 18:30, si esibiranno: Alex De Rosso e Steve Saluto, i Wardogs (official italian Ramones tribute band), i milanesi Lambstone e gli irlandesi Stone Trigger. L’evento vedrà anche alcune iniziative complementari, che saranno annunciate nei prossimi giorni.

Spread the love

No Replies to "Rock e solidarietà: cose per anime calde"


    Got something to say?